Vai al contenuto

Geology is the Way

Lamprofiri

I lamprofiri (dal greco lampros, ‘luccicante’ + porphyros ‘porfido’) sono rocce plutoniche ultrapotassiche ipoabissali molto rare e poco comprese che si trovano solo come dicchi. Sebbene abbiano dei tratti in comuni con alcune kimberliti e lamproiti, non si possono separare facilmente da altre rocce plutoniche utilizzando il diagramma QAPF o il TAS. Queste rocce consistono in gran parte di minerali femici porfirici (indice di colore M = 35 – 90%) e contengono feldspati e/o feldspatoidi interamente confinati nella pasta di fondo. Di solito contengono biotite, flogopite e/o anfibolo, e talora clinopirosseno e olivina. Le fasi ignee si possono trovare associate con fasi idrotermali, come la calcite o zeolite, anzi le stesse fasi ignee sono comunemente alterate in ambiente idrotermale. Negli anni, una gran varietà di nomi è stata proposta per classificare i lamprofiri, producendo “una legione di tipi di rocce oscuri classificati secondo il nome di villaggi Europei altrettanto oscuri” (Rock, 1990). Allo stato attuale, la IUGS – Subcommission of Systematics of Igneous Rocks non riconosce molti di questi nomi locali, incoraggiando la classificazione che segue. Una descrizione dettagliata dei lamprofiri e dei loro nomi locali è disponibile su Alexstrekeisen.it.

Classificazione
La classificazione dei lamprofiri si basa su:
1) il minerale di colore chiaro più abbondante (feldspato alcalino, plagioclasio o feldspatoidi);
2) il minerale mafico dominante (biotite, orneblenda, augite, olivina, o anfibolo marrone).

Quando il feldspato alcalino > plagioclasio e non sono presenti feldspatoidi, un lamprofiro è:
– una minette se la biotite > orneblenda, augite e/o olivina;
– una vogesite se i minerali mafici sono orneblenda, augite e/o olivina.

Se il plagioclasio > feldspato alcalino:
-una kersantite se la biotite > orneblenda, augite e/o olivina;
– una spessartite se i minerali mafici sono orneblenda, augite e/o olivina.

Se sono presenti dei feldspatoidi, un lamprofiro è:
– una sannaite, se il feldspato alcalino > plagioclasio e i feldspati > feldspatoidi;
– una camptonite se il plagioclasio > feldspati alcalini e i feldspati > feldspatoidi;
– una monchiquite se non ci sono feldspati ma solo vetro o feldspatoidi.

Queste ultime tre rocce tipicamente contengono anfibolo marrone, augite titanifera, olivina e/o biotite.

Dicco lamprofirico Mesozoico che taglia dei sedimenti Ordoviciani vicino a Leading Tickles, Terranova settentrionale, Canada. Foto di Alexander Peace.

Dicco lamprofirico Oligocenico (minette) situato vicino a Red Rock Highway, Navajo Volcanic Field, New Mexico, Stati Uniti. Foto di James St. John.

Dicco lamprofirico che taglia delle rocce granodioritiche. I cristalli luminosi sono biotite. A seconda di quale sia il feldspato più abbondante in pasta di fondo, la roccia può essere classificata come minette o kersantite. Neves, Alto Adige, Italia. Foto: Samuele Papeschi/Geology is the Way.

Lamprofiro con anfibolo (nero) e olivina alterata (marrone) da Scania, Svezia. Foto di Hildegard Wilske.

Monchiquite Precambriana. Michipicoten River Bridge, Wawa, Michipicoten Greenstone Belt, Ontario, Canada. Foto di James St. John

Minette Precambriana, contenente cristalli scuri di biotite e una pasta di fondo ricca in ortoclasio (feldspato alcalino). Questa roccia contiene anche micro-diamanti. Akluilâk Dike System (Paleoproterozoico), Lago Gibson, Distretto di Keewatin, Northwest Territories, Canada. Foto di James St. John.

Lamprofiro (camptonite) dalle Campton Falls, Grafton County, New Hampshire, Stati Uniti. In mostra al Dipartimento di Geologia della Wittenberg University, Springfield, Ohio, Stati Uniti. Foto di James St. John.

Riferimenti bibliografici
Mitchell, R. H. (1994). The lamprophyre facies. Mineralogy and Petrology51(2), 137-146.
Rock, N. M. (1987). The nature and origin of lamprophyres: an overview. Geological Society, London, Special Publications30(1), 191-226.
Rock, N. M. (2013). Lamprophyres. Springer Science & Business Media.
Tappe, S., Foley, S. F., Jenner, G. A., & Kjarsgaard, B. A. (2005). Integrating ultramafic lamprophyres into the IUGS classification of igneous rocks: rationale and implications. Journal of Petrology46(9), 1893-1900.
Woolley, A. R., Bergman, S. C., Edgar, A. D., Le Bas, M. J., Mitchell, R. H., Rock, N. M., & Scott Smith, B. H. (1996). Classification of lamprophyres, lamproites, kimberlites, and the kalsilitic, melilitic, and leucitic rocks. The Canadian Mineralogist34(2), 175-186.

        

Risorse in Italiano
Atlante delle rocce magmatiche e delle loro tessiture. Zanichelli.
Geologica. Capire le Scienze della Terra. Per le scuole superiori.
Capire la Terra. Zanichelli.
Lamprofiri – Alexstrekeisen.it

en_US English
Minerali Ignei
Tessiture Ignee
Rocce Plutoniche
Corpi Ignei

 

Ti piace questa pagina?